Termine presentazione istanze MAD 31/08/2020

Incontro AIRC 1

Nel rispetto della costante collaborazione tra scuola e associazioni di ricerca e volontariato, giovedì 5 novembre l’I.C. “A. Narbone” ha ospitato in videoconferenza il Prof. Giovanni Maga, Virologo, Direttore del Dipartimento di Biologia Molecolare di Pavia...Patrizia Alario

Gli alunni delle classi terze della scuola secondaria di primo grado, preparati dai propri docenti, hanno partecipato all’incontro con motivazione ed entusiasmo, Il professor Maga, da esperto divulgatore scientifico, ha presentato la vita del ricercatore facendo particolare riferimento ai metodi della ricerca: l’applicazione rigorosa del metodo scientifico e l’indispensabile lavoro di equipe. Non meno significativi sono stati i riferimenti ad altri aspetti del campo: la motivazione e la passione che spingono i ricercatori ad applicarsi ai loro studi con spirito di dedizione e sacrificio, la naturale curiosità che è il vero motore della ricerca e dello sviluppo scientifico, la capacità di accettare eventuali insuccessi formulando nuove ipotesi e riprogrammando gli esperimenti. Dopo questa interessante premessa, il Prof. Maga ha illustrato con particolare chiarezza e grande capacità di sintesi l’importante lavoro di ricerca che viene condotto presso il Dipartimento di Biologia Molecolare di Pavia, descrivendone alcuni aspetti in particolare: lo studio delle alterazioni del materiale genetico che provocano i tumori, l’analisi delle cause della mancata regolazione della duplicazione cellulare, la ricerca ai fini della sintesi di molecole capaci di bloccare la replicazione indistinta delle cellule tumorali. A conclusione della presentazione, il Prof. Maga ha lasciato spazio alle curiosità degli studenti che, preparati sul tema, hanno posto domande interessanti e pertinenti. Un sentito grazie va al Prof. Maga per l’interessante e proficuo lavoro di divulgazione scientifica svolto, e alla referente AIRC della sezione di Caltagirone, Sig. ra Pavone, per l’assiduo impegno di volontariato svolto nel territorio e la preziosa collaborazione con la nostra istituzione scolastica; attraverso la loro azione e quella dei docenti è stata fornita agli alunni un’importante opportunità di crescita personale. È attraverso occasioni come questa che, in contrapposizione alle false credenze che troppo spesso si diffondono nell’opinione pubblica e in rete, può svilupparsi nei giovani la consapevolezza del valore della ricerca e del metodo scientifico. Patrizia Alario

 
 

 

torna all'inizio del contenuto
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.